Home » Benessere » Mente e corpo: il respiro espelle la rabbia

Mente e corpo: il respiro espelle la rabbia

Le esplosioni di rabbia fanno male, non solo all’anima di chi le sente dentro ma anche al suo corpo. La rabbia, che sia repressa o espressa, può causare danni alla pressione, al cuore, al fegato e anche al cervello. Saperla gestire è importante. Dove per “gestire” non si intende “soffocare” ma far uscire nel modo giusto.

Un medico tedesco, Davepath Peters ci insegna come. Ha infatti scritto un libro intitolato LA POTENZA DEL RESPIRO tramite il quale vuole indicarci il modo migliore di gestire questi sentimenti, e cioè regolarli insieme al nostro respiro. Il suo metodo consiste in due parti: la prima, per far mente locale sull’evento che ha causato la nostra rabbia; la seconda, per ritrovare la serenità.

Per prima cosa occorre ripensare al momento di rabbia, o anche a un momento di paura, e sentire profondamente quelle sensazioni che fanno perfino variare il nostro respiro. Mentre si ricorda tutto questo, è bene inspirare brevemente e spingere fuori l’aria con decisione. Subito dopo, però, lasciamo rilassare il corpo e regolarizzare il respiro. Stiamo con la schiena dritta, magari appoggiata a un sostegno, e seguiamo l’aria che entra ed esce con molta calma e in profondità. Molte altre cose sono da scoprire, ma è bene seguirle nelle pagine di questo interessante testo.

admin

x

Guarda anche

Ecco tutti i danni di San Valentino

Festa romantica, festa sognante, festa dell’amore … Macché! San Valentino a volte può essere deleterio, ...

Condividi con un amico