Home » Benessere » Mente e corpo: i difetti fisici si possono accettare

Mente e corpo: i difetti fisici si possono accettare

E’ l’incubo degli adolescenti e delle loro madri, che non riescono a convincerle/i che quello che loro vedono come un enorme difetto fisico, come un handicap insuperabile è solo una caratteristica che, col tempo, sapranno accettare. Nasi a patata, nasi aquilini, seni piccoli o troppo grossi, cosce enormi, labbro sporgente … un elenco che per un ragazzo vuol dire condanna: all’emarginazione oppure alla sofferenza di un intervento chirurgico. Ma davvero un difetto fisico non si può accettare?

No, non è vero. Si può eccome. Ce lo confermano due grandi attori, Dustin Hoffman e Barbra Streisand, con due nasoni imponenti che non hanno MAI pensato di rifarsi … e che col tempo nessuno ha più notato, dato che il difetto è stato cancellato per sempre dalla loro predominante bravura come gente di spettacolo. E’ difficile, soprattutto per un ragazzino, vincere il disagio di un difetto fisico, quando la società intorno impone modelli di perfezione assoluta. E spesso i genitori per troppo amore sbagliano metodo (“Ma sì, lo faccio operare, così almeno acquisterà fiducia in se stesso”) … invece di spingere i ragazzi a vedere quel difetto come una “cosa speciale”, un segno distintivo che li rende unici.

Il difetto fisico si può superare anche invitando il ragazzo o la ragazza a tirar fuori l’intelligenza, la creatività, la personalità. Fai vedere che sei in gamba, chi se ne frega del naso o del seno, se puoi far carriera con le parole, col canto, con la tua simpatia? Nei casi più gravi, affidatevi all’aiuto di un bravo psicanalista … in fondo chi non riesce ad accettare il proprio corpo è perchè non ha abbastanza fiducia nelle proprie abilità come persona. Bisogna far scoprire loro questo segreto, e non il bisturi. Bisogna farli guardare intorno e scoprire che i bellissimi come Belèn Rodriguez o come Tom Cruise, in fondo, non sono poi così felici … mentre “bruttini” come Luciana Littizzetto o come Rowan Atkinson (Mister Bean) sono all’apice del successo: per quello che sono, non per come appaiono.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico