Home » Benessere » Se la chemio uccide più del cancro

Se la chemio uccide più del cancro

E’ il dottor Peter Nelson -con i suoi colleghi del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, Washington (Usa)- a dare una notizia che se da un lato è molto allarmante dall’altro mette in luce aspetti che molti avevano sospettato, ma che pochi avevano avuto il coraggio di affrontare. La chemioterapia favorisce l’avanzata del cancro.

La sconcertante verità del dottor Nelson viene da studi che avrebbero dimostrato come le sostanze usate nella chemioterapia possono stimolare una reazione delle cellule sane che si trovano intorno al tumore della prostata – ma anche del seno e delle ovaie – con la conseguente secrezione di una proteina (WNT16B) che permette la crescita della cellule vicine, anche di quelle tumorali.

Spesso sotto accusa per i troppi effetti collaterali (molti malati di tumore muoiono per banali influenze, dato che il loro sistema immunitario è distrutto dalla chemio), le terapie anticancro a base chimica sono adesso in un nuovo occhio del ciclone. Occorre cercare soluzioni alternative, come si era tentato di fare in passato con cure però bocciate dal sistema sanitario. La ricerca americana spiegherebbe anche come mai la chemioterapia funziona su alcuni tumori ma non su altri. Si sta già pensando a come risolvere il problema, cercando l’anticorpo adatto a questa proteina.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico