Home » Benessere » Un piccolo miracolo italiano chiamato RELAXINA

Un piccolo miracolo italiano chiamato RELAXINA

Potrebbe essere a buon punto, finalmente, la ricerca di una soluzione finale per l’arteriosclerosi … e con essa per tutte le malattie nate dalla restrizione o dall’irrigidimento dei vasi … che causano demenza, problemi di memoria e alcuni tipi di neoplasie.

Una ricerca italiana, condotta dagli atenei di Perugia e Firenze, in collaborazione con l’Istituto Prosperius guidato da Mario Bigazzi, ha presentato una nuova medicina, la RELAXINA, che ha ottenuto risultati strabilianti già dai primi test condotti sia su persone reduci da ictus, sia su malati di arteriosclerosi, sia su soggetti con tromboflebiti acute. L’azione di questo farmaco induce una vasodilatazione -soprattutto dei microvasi- che favorisce la circolazione annullando di fatto tutte le conseguenze di una mancanza di afflusso sanguigno al cervello, al cuore e nell’organismo in generale.

Nel primo test, su 36 pazienti post-ictus tra i 64 e 78 anni, il gruppo trattato con la Relaxina ha mostrato notevoli miglioramenti sia fisici che mentali, mentre il gruppo di controllo trattato con farmaci normali era rimasto molto indietro. Un altro test è stato condotto su un uomo giovane (30 anni) sofferente di un’acuta arteriopatia e di ricorrenti tromboflebiti che rischiava l’amputazione della gamba. Con un trattamento di sei mesi di iniezioni di Relaxina, il miglioramento è stato istantaneo. Non solo, ma a quattro anni dall’inizio del trattamento i medici hanno notato anche la formazione di vasi nuovi, come se il corpo si fosse rigenerato da solo creando una sorta di “by-pass” naturale tra un’arteria e l’altra che ha salvato la gamba del ragazzo.

admin

0 Commenti

  1. questa scoperta straordinaria della seraxsina
    mi ha fatto indurre a pensare se tale farmaco potrebbe essere adoperato anche con finalita’ preventive?
    Vi ringrazio fin d’ora se vorrete rispondermi all email che ho lasciato,
    cordialmente
    roberto giannini

  2. Questa scoperta ė molto interessante! Mia madre è sta colpita da ictus nel marzo del 2012 e da allora ha ricevuto cure tradizionali. Nessuno mi ha mai parlato di cure nuove o alternative! In caso si volesse contattare un medico e valutare una cura con questo nuovo farmaco ? Sono molto interessata al riguardo:)

x

Guarda anche

Lavastoviglie ricettacolo di batteri e funghi

La lavastoviglie è un ricettacolo di batteri e funghi. L’allarme arriva da uno studio guidato ...

Condividi con un amico