Home » Benessere » Celeste torna a casa: sta un po' meglio la bimba a cui fu negata la cura

Celeste torna a casa: sta un po' meglio la bimba a cui fu negata la cura

Ha rischiato grosso, per i suoi due anni appena, ma ce l’ha fatta e si è aggiudicata quest’altro round, grazie anche alla sensibilità di un giudice veneziano che ha stabilito che la sentenza che fermava la sua cura vitale doveva essere ribaltata. Così Celeste, la bimba veneziana malata di atrofia muscolare, è tornata a casa sua.

Dopo il primo stop alla terapia di staminali, per consentire indagini su alcuni aspetti poco chiari della Onlus che gestiva tali cure a Brescia, la bimba rischiava di morire nell’arco di pochi mesi essendo il suo caso veramente molto grave. Grazie alla mobilitazione di genitori e media, la storia è venuta alla luce e il tribunale di Venezia -valutati i fatti- ha stabilito che Celeste proseguisse la cura almeno per quest’altro mese.
Adesso dovrà comunque attendere una nuova risposta, per sapere se il prossimo ciclo della terapia che la mantiene in vita potrà essere fatto secondo norma e dove. Le indagini sulla Onlus intanto vanno avanti, perchè la situazione va risolta al più presto. Celeste non è la sola a dover usufruire di quelle cure per continuare a vivere bene.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico