Home » Benessere » Parkinson: sarebbe l'assenza di una proteina a causare i sintomi

Parkinson: sarebbe l'assenza di una proteina a causare i sintomi

Ancora buone notizie per i malati di Parkinson, e arrivano proprio nel giorno in cui l’arcivescovo di Milano invita a pregare per la salute del cardinale Martini, malato proprio di questa patologia, che si è aggravato nelle ultime ore. Le notizie di farmaci e potenziali cure si sono susseguite per mesi, anche sulle nostre pagine, e l’ultima in ordine di tempo arriva oggi da Verona.

La ricerca, promossa dall’Istituto Nazionale di Neuroscienze, che ha visto come parte attiva il team veronese del dottor Paolo Fabene, ha infatti individuato l’effetto della proteina C-Rel che potrebbe essere la soluzione definitiva per la malattia. Si tratta di una proteina che protegge i mitocondri, ovvero le parti di cellula che canalizzano l’ossigeno e producono energia, evitando che vengano attaccati dai radicali liberi e da altri fattori di invecchiamento precoce.

Gli esperimenti sui topi anziani hanno dimostrato che, togliendo la proteina C-Rel dalle cellule, essi cominciano a mostrare i primi segni del Parkinson (progressivo tremore e difficoltà nei movimenti) che invece si calmavano del tutto se la proteina veniva reinserita nelle loro cellule. Questa scoperta, unita alla parallela sperimentazione di un composto chimico che compensa la carenza di dopamina nel cervello, potrebbe aver garantito la vera cura per il Parkinson. Si attende ora il via libera per le sperimentazioni sull’uomo.

admin

x

Guarda anche

Psicanalisi online: è italiano il record positivo

La psicanalisi si adatta ai tempi moderni e si trasferisce online. Lo fa più per ...

Condividi con un amico