Home » Benessere » L'influenza dei roditori infesta il parco Yosemite

L'influenza dei roditori infesta il parco Yosemite

Il parco nazionale di Yosemite è uno dei più grandi e affascinanti del pianeta. Situato sulla costa occidentale degli Stati Uniti, in California, è una meta turistica molto gettonata, anche per via delle splendide sequoie secolari. Ma a quanto pare non è più un luogo sicuro, come fanno sapere le autorità americane.

Tutto a causa di un raro virus, chiamato Hantavirus (nome derivato dal fiume Hantas, in Corea del Sud, dove è stato isolato per la prima volta) che si trasmette tramite saliva e feci dei roditori. Due decessi sospetti, verificatisi tra gli ospiti della struttura turistica Signature, e altri sei casi sospetti in pochi giorni, hanno messo in allarme la regione che si è subito attivata per scoprire il focolaio di contagio.
Il virus, portato da topi, scoiattoli e altri roditori della zona, è entrato in contatto con l’uomo a causa delle tane che alcuni di questi animali hanno scavato tra le pareti della struttura alberghiera incriminata. La malattia, inizialmente, si presenta con gli stessi sintomi di un’influenza polmonare ma le complicazioni arrivano in ritardo e non sempre i medici riescono a diagnosticare in tempo l’Hantavirus. Naturalmente si consiglia prudenza, se si va a visitare lo Yosemite, e soprattutto se ci si ammala nei giorni seguenti ad una visita in quei luoghi. Se non controllata, questa “influenza” virale può diffondersi a macchia d’olio.

admin

x

Guarda anche

Influenza: i consigli dei pediatri per il rientro a scuola

In giorni in cui l’influenza costringe a letto grandi e piccini, dagli esperti arrivano i ...

Condividi con un amico