Home » Benessere » Troppo calcio nel sangue: un nuovo test può prevenirlo e curarlo

Troppo calcio nel sangue: un nuovo test può prevenirlo e curarlo

Possono essere causati dall’eccesso di alcune cure farmacologiche, oppure essere conseguenza di disfunzione renale cronica … ma qualunque sia la causa, la calcificazione dei vasi sanguigni va contrastata subito altrimenti porterà a una serie di gravi problemi circolatori e anche alla morte.

Non è facile controllare l’accumulo di calcio nei vasi, infatti di solito la persona se ne accorge solo quando finisce in ospedale con gravi sintomi di malattie cardiache o vascolari. Potrebbero controllarsi, a tal proposito, quei soggetti che già soffrono di problemi renali, in quanto la calcificazione dei vasi deriva da questo la maggior parte delle volte. Ma si può anche presentare in persone sane che -fino a quel momento- non avevano avuto quasi nessun sintomo. Ecco perchè si stanno cercando di sviluppare al meglio tutte le tecniche diagnostiche del caso.

In Svizzera, alcuni medici di Berna, hanno valutato i risultati di un test condotto sia su animali che su uomini e hanno visto che in coloro che avevano problemi renali cronici veniva a verificarsi il deficit di una proteina in assenza della quale i soggetti presentano una ridotta capacità di limitare la calcificazione. Le loro vene e arterie, quindi, si riempiono di calcio che non riescono a smaltire e si irrigidiscono fino a chiudersi o a rompersi. Questo test, che si pratica con una banale analisi del sangue, potrebbe scoprire in tempo il fenomeno e aiutare le persone a contrastarlo prima che si aggravi.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, bambini con dislessia vedono in modo speciale

I bambini con dislessia vedono in modo speciale. A sostenerlo sono i risultati di uno ...

Condividi con un amico