Home » Benessere » Nuova polemica sui vaccini: sono utili o fanno male?

Nuova polemica sui vaccini: sono utili o fanno male?

Una bambina entra in coma all’età di tre anni, dopo una vaccinazione, e oggi che da 24 anni vive come un vegetale il tribunale riconosce un grave errore commesso dal medico di allora. Fu proprio la somministrazione del vaccino antitetanico a causarle lo shock e il coma. E subito scoppia la polemica.

Molti genitori sono preoccupati e giurano che non faranno mai vaccinare i propri figli per non incorrere in rischi del genere. Le loro paure sono raddoppiate dopo un secondo caso venuto di recente alla luce, di un ragazzo che avrebbe sviluppato l’autismo dopo la somministrazione del vaccino trivalente. Ma allora i vaccini sono di aiuto per i nostri figli o sono un danno maggiore? Bisogna valutare di caso in caso. Fermo restando che qualsiasi medicinale (nessuno escluso) ha sempre un minimo di probabilità di scatenare reazioni inaspettate anche gravi, nel caso della giovane donna in coma il tribunale ha accertato un errore umano del medico che non avrebbe tenuto conto di alcuni valori riscontrati dalle analisi.

E’ pur vero che ci sono molti vaccini “inutili”, che si attuano ancora per proteggersi da malattie considerate praticamente scomparse. E ci sono vaccini che si fanno tutti insieme, con il rischio di raddoppiare il rischio di reazioni allergiche. Sta ai medici competenti valutare di volta in volta il bambino e il caso, che non è mai uguale ad un altro. A chi dice che “i vaccini sono inutili e dannosi” occorre ricordare che senza i vaccini oggi si morirebbe ancora per un graffio, per la puntura di un insetto e per il contagio da morbillo.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico