Home » Benessere » Torna l'incubo SARS. Dalla Cina all'Arabia

Torna l'incubo SARS. Dalla Cina all'Arabia

Qualcuno forse ricorderà la SARS, la Sindrome Acuta Respiratoria Severa, ovvero una forma atipica di polmonite apparsa per la prima volta nel novembre 2002 nella provincia del Guangdong (Canton) in Cina. All’epoca seminò la morte nella zona, con 800 vittime accertate.

Il virus sembrava circoscritto o comunque dimenticato, dato che da allora nessun’altra epidemia aveva fatto notizia, nè in Cina nè altrove. Ma adesso torna l’allarme, da quando un uomo versa in gravi condizioni, in un ospedale inglese, dopo essere tornato dal Medio Oriente con una infezione polmonare molto simile alla SARS. L’uomo, 49 anni, proveniva dal Qatar e pare abbia contratto lì la malattia.

Intanto, dall’Arabia fanno sapere che c’è un altro caso di un altro uomo con sintomi simili alla SARS e anche lui in condizioni disperate dopo il contagio. L’Organizzazione Mondiale della Sanità tiene entrambe le situazioni sotto controllo e si prepara, nella malaugurata ipotesi che il contagio si estenda, a prendere le dovute misure di prevenzione a livello mondiale. In vista del prossimo mese, quando si svolgerà il rituale e affollatissimo pellegrinaggio alla Mecca, si teme una possibile diffusione incontrollata dei casi e dunque è bene stare pronti e pensare fin da subito alle soluzioni.

admin

x

Guarda anche

Yoga, benefici per grandi e piccini

Lo yoga fa bene a grandi e piccini. A rivelarlo è uno studio dell’Università canadese ...

Condividi con un amico