Home » Benessere » Il tribunale di Catania sblocca le cure staminali per la piccola Smeralda

Il tribunale di Catania sblocca le cure staminali per la piccola Smeralda

Ricorderete il fatto che tanto ha commosso l’opinione pubblica, quello della piccola veneziana Celeste le cui cure per la vita furono sospese da un’ordinanza del tribunale di Brescia per anomalie nella gestione della clinica terapeutica dove si curava. Ricorderete che pochi giorni dopo, anche in Sicilia furono sospese le cure ad una bimba che ne aveva bisogno.

Se la cronaca fosse fiaba, diremmo oggi che vissero felici e contente tutte e due. Infatti, dopo che la sentenza è stata ritirata per Celeste, anche il tribunale di Catania ha deciso di consentire che la piccola siciliana Smeralda (disabile dalla nascita) continui le cure a base di Stamina che ne stavano decretando miglioramenti non indifferenti. La terapia, a base di cellule staminali, è ancora sperimentale e non sicura ma il tribunale etneo ha decretato che, nonostante ciò, la piccola Smeralda ha diritto “alla salute e alla speranza” e se qualche beneficio ne aveva ottenuto è giusto che continui a tentare.
La piccola, nata al Garibaldi di Catania, ha subito un trauma respiratorio alla nascita e da allora vive legata a una macchina che la tiene in vita. Eppure da quando si sottopone alle cure di Stamina si sono rilevati miglioramenti che fanno sperare in un cambiamento futuro delle sue condizioni. Cambiamento che il tribunale vuole permettere.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico