Home » Benessere » Ancora polemiche sulla Cura Zamboni: per alcuni sarebbe da bocciare

Ancora polemiche sulla Cura Zamboni: per alcuni sarebbe da bocciare

Ancora polemiche sulla cura del professor Zamboni, ormai in sperimentazione in diverse regioni italiane. Periodicamente arrivano smentite e accuse, specialmente durante le giornate dedicate alla Sclerosi Multipla come quelle dello scorso finesettimana.

Zamboni, che è angiologo, avrebbe scoperto che nei pazienti affetti da insufficienza venosa cronica cerebro-spinale (Ccsvi) l’insorgere della SM era più frequente e che, magari, correggendo questo difetto a livello vascolare si poteva contrastare o far regredire la malattia. Applicando le proprie competenze, Zamboni sta operando diverse persone nel Paese e i risultati positivi ci sono, e sono documentati.

Tuttavia c’è ancora chi parla contro la sicurezza di questa “cura” e lo fa portando ad esempio uno studio su più di 400 pazienti affetti da SM sui quali non si riscontra «alcun effetto benefico evidente ottenuto dal trattamento endovascolare per la Ccsvi». Eppure il 50% dei pazienti esce molto migliorato dalla terapia. Irrilevante, rispondono i detrattori, si tratta di “autoconvincimento, di una aspettativa di miglioramento che induce la persona a sentirsi meglio in ogni caso”. Giustificazione valida? Troppo debole? Forzata? Sarà il tempo e, si spera, la sperimentazione a stabilirlo.

admin

x

Guarda anche

Tablet causano ritardo nel linguaggio dei bambini

Tablet e dispositivi elettronici possono causare un ritardo nel linguaggio dei bambini. A sostenerlo sono ...

Condividi con un amico