Home » Benessere » Disabili gravi in sciopero della fame. Quale piano per aiutarli?

Disabili gravi in sciopero della fame. Quale piano per aiutarli?

Sono persone già minate, nel fisico, da disabilità gravi o gravissime. Alcune non possono più muoversi da mesi, altre respirano solo grazie a delle macchine … eppure sono tutti uniti, in questi giorni, in un drammatico sciopero della fame che -nelle loro condizioni- potrebbe ucciderli presto. Il tutto per protestare contro alcuni provvedimenti “scomparsi” nel nulla.

Il governo aveva stanziato degli aiuti economici, circa 658 milioni di euro, per l’assistenza a questi malati gravi” dice la parente di una giovane donna inchiodata a letto dalla SLA “Ma ultimamente abbiamo scoperto che ogni riferimento al Piano Nazionale per la Non Autosufficienza è scomparso anche dal testo del decreto Balduzzi, in discussione in Parlamento in queste ore”

Il Comitato 16 Novembre, questo il nome del gruppo che sta portando avanti questa drammatica lotta, dovrebbe incontrare proprio oggi il Ministro per parlare della questione. Ma la lotta non si ferma, perchè queste persone sono state già colpite nella loro dignità da malattie che non perdonano e non sopportano di essere prese in giro o ignorate da chi aveva promesso di prendersi cura di loro. Alcuni hanno dovuto vendere casa per far fronte a spese ospedaliere e di assistenza che diventano sempre più onerose, e un aiuto dal governo centrale è più che dovuto: è necessario! In Italia la politica per i disabili è già catastrofica, occorre pensare ai provvedimenti per recuperarla e non ad ulteriori tagli.

admin

x

Guarda anche

Cucina vegana? A volte è più grassa dell’onnivora

Siamo sicuri che vegano uguale salute? Non tanto. Prima di tutto perché togliendo alcune proteine ...

Condividi con un amico