Home » Benessere » I nostri geni "imparano" dall'esperienza e la trasmettono ai figli

I nostri geni "imparano" dall'esperienza e la trasmettono ai figli

Lo sapevate che noi umani abbiamo la stessa quantità di geni di una piantina di riso, cioè 33.000? E allora come mai noi ci siamo evoluti mentre la pianta di riso è rimasta sempre uguale? Cerca di spiegarlo l’epigenetica, lo studio dei meccanismi molecolari con i quali l’ambiente e l’esperienza influenzano i geni.

Il professor David Charles Baulcombe spiega che attraverso i geni trasmettiamo tutto, ma proprio TUTTO, ai nostri discendenti: colore di occhi, di capelli, carattere, ma anche ansie, malattie, paura e perfino l’effetto che certa alimentazione ha su di noi. Ci sono studi che hanno dimostrato come una grande carestia abbia trasmesso effetti a lungo termine, per via maschile, alle generazioni seguenti per secoli! I nostri geni quindi “imparano” da esperienze passate e le portano con sé nel futuro. Ecco perché, ipotizza Baulcombe, se si “riconosce” l’eredità di una malattia dai geni di una persona la si può fermare prima ancora che si manifesti.

Baulcombe ha studiato anche il metodo con cui fermarla, anche se al momento non è ancora certo che funzioni negli esseri umani. Funziona nelle piante, però, le quali quando vengono infettate da un virus riescono a liberare particelle di RNA che ne “spengono” l’azione, modificando i geni della stessa pianta. Solo che mentre il virus viene sconfitto sul momento, la modifica genetica apportata si trasmetterà per sempre ai discendenti di quella pianta. Occorre vedere con quali effetti ciò si potrà produrre nell’uomo per sconfiggere malattie come cancro o Hiv.

admin

x

Guarda anche

Ecco come il dottor Nicola ha salvato Lia da una sindrome rarissima

Il genio non deve essere per forza una persona che riesce a creare capolavori ogni ...

Condividi con un amico