Home » Benessere » L'ictus transitorio, un campanello d'allarme importante da non sottovalutare

L'ictus transitorio, un campanello d'allarme importante da non sottovalutare

Il suo nome scientifico è TIA, significa Attacco Ischemico Transitorio e molte persone (almeno 1 su 10) nel mondo non sanno nemmeno di averlo o di averlo avuto. Lo rivela una ricerca inglese condotta dalla UK Stroke Association.

Un attacco ischemico transitorio può essere individuato attraverso sintomi ben precisi: una momentanea perdita della vista, un’amnesia passeggera, disturbi del linguaggio, un braccio o una gamba che si paralizzano per pochi attimi. Ma a volte è talmente piccolo e temporaneo che nessun sintomo specifico viene percepito dalla persona ma rimane in agguato un pericolo grave. In Italia, i casi di ictus sono circa 200.000 ogni anno. Di questi almeno l’80% sono vittime di ictus per la prima volta ma il 20% è gente che lo ha già avuto, consapevolmente o meno, e che vi ricade. Se non viene adeguatamente riconosciuto e trattato, il TIA può trasformarsi in ictus a tutti gli effetti e potrebbe non lasciare scampo, la seconda volta. Dunque è bene fare accurata prevenzione e soprattutto correre subito al pronto soccorso o dal medico curante se si ha sospetto di qualche anomalia dovuta a ischemia.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico