Home » Benessere » Paziente muore dopo le cure per una slogatura. Indagato il medico di famiglia

Paziente muore dopo le cure per una slogatura. Indagato il medico di famiglia

Un medico di famiglia denunciato per non aver saputo prevedere o curare una semplice slogatura. Accade a Bologna lo scorso inverno, ma si viene a sapere adesso perchè è in corso la procedura di accusa dopo che la moglie del paziente deceduto ha deciso di muovere l’azione legale.

Un uomo di 56 anni, sano anche se sovrappeso, subisce una banale storta alla caviglia, si fa curare dal medico di famiglia che rimedia secondo il caso (ingessatura e anticoagulante). Poche settimane e cominciano i disturbi. Dolori al petto, freddo, sangue dalla bocca … il medico di famiglia prescrive una tachipirina ma le cose peggiorano e l’uomo giunge al Pronto Soccorso in condizioni gravissime. Il 9 febbraio muore.

L’azione legale è legittima, pur tuttavia vanno valutati alcuni elementi importanti. Prima di rivolgersi al suo dottore, l’uomo si era fatto curare dalla guardia medica notturna che gli aveva prescritto anti-infiammatori. Inoltre, ciò che ha determinato l’aggravarsi della situazione è purtroppo una complicazione che può capitare, in caso di frattura o slogatura… ovvero l’entrata in circolo nel sangue di coaguli che, nei casi migliori si sciolgono da sé, ma a volte possono andare a far danno nel cervello, nel cuore o (come in questo caso) nei polmoni.

admin

x

Guarda anche

Baby brain, gravidanza affatica la mente

Baby brain, quando la gravidanza affatica la mente. Seppure non se ne conoscano ancora le ...

Condividi con un amico