Home » Benessere » La proteina SPG4 alla base della ricostruzione o meno di un nervo danneggiato

La proteina SPG4 alla base della ricostruzione o meno di un nervo danneggiato

Si chiama Spastina (SPG4), ed è una proteina collegata all’insorgere di una malattia nervosa, la Paraplegia Spastica Ereditaria. Studiarla, per i ricercatori americani della Penn State University e della Duke University, ha significato capire il meccanismo di ricostruzione dei nervi danneggiati e come mai, invece, altri non si rigenerano più.

I test condotti sui moscerini della frutta hanno dimostrato che la presenza di Spastina normale, in caso di danneggiamento degli assoni, permette la rigenerazione del nervo e la ripresa della funzionalità del corpo. Se invece la Spastina è presente in “copia mutante”, ovvero la copia anomala responsabile della malattia sopra citata, i nervi danneggiati non si recuperano più.

Averlo scoperto è molto importante perché si potrà ora procedere a capire il funzionamento di tante malattie neurodegenerative e forse si troverà il modo di porvi rimedio per tempo. Gli studi proseguono e adesso si sta cercando di stabilire quale sia il legame finale tra la rigenerazione degli assoni e la comparsa della Paraplegia.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico