Home » Benessere » Trapianto di cuore anomalo, forse per nascondere un errore. Tre a processo a Torino

Trapianto di cuore anomalo, forse per nascondere un errore. Tre a processo a Torino

Un trapianto di cuore effettuato senza necessità alcuna, salvo quella di nascondere un errore grave commesso in corso d’intervento. E’ questa la pesante accusa che viene lanciata a tre persone -il primario di cardiochirurgia, un assistente e un’anestetista dell’ospedale Molinette di Torino- dalla procura.

Mauro Rinaldi, Massimo Boffini e Daniela Pasero, questi i nomi dei tre medici incriminati, avrebbero commesso un errore mentre operavano una donna di 67 anni sostituendole la valvola aortica. La vicenda risale al 2008 e a quanto risulta dagli atti, per una incredibile svista, la valvola fu chiusa per errore. La donna fu subito in pericolo di vita e i medici tentarono di salvarla operandola più volte ma non poterono evitarne il decesso.

Il problema più grave è che fu trapiantato nella donna un cuore nuovo. Per salvarle la vita, dicono i medici. Per nascondere l’errore della valvola, giura l’accusa. Certamente se fosse vera la seconda ipotesi sarebbe stato sprecato un organo preziosissimo per “tamponare” un errore umano e dunque si sarebbe tolta ad altri la possibilità di vivere. L’accusa è di omicidio preterintenzionale, falso e frode processuale (data la sparizione della valvola cardiaca chiave di tutto).

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico