Home » Benessere » Allarme allergie da polline: raddoppieranno prima del 2040

Allarme allergie da polline: raddoppieranno prima del 2040

Non c’è via d’uscita se non il vaccino o la terapia continuata. Parliamo delle allergie, che stanno aumentando di generazione in generazione e che, soprattutto quelle legate ai pollini, vedranno un aumento deciso prima del 2040. Sono le drammatiche previsioni dello studio presentato dalla Rutgers University di New Brunswick al congresso di studio delle allergie in California.

Il problema sarà legato all’aumento dei tipi di polline, che passeranno da 8.455 (registrati nel 2000) a circa 21.000 fra una trentina d’anni circa. I test sono stati condotti in laboratori specializzati, simulando in ambiente protetto i cambiamenti climatici dell’immediato futuro. E i pollini delle piante che causano allergie hanno dimostrato di sapersi adattare ai nuovi scenari.

Sapendolo con tanto anticipo avremo certamente il tempo di cercare soluzioni adeguate, ma intanto chi soffre di allergie da polline deve proteggersi di più, in prospettiva. Il trattamento immunoterapico deve iniziare prima del 2040, se non addirittura adesso, perchè il corpo non può arrivare impreparato a quella data. Le piante mutano col mutare del clima e dell’ambiente, un ambiente che è stato trasformato dalla mano dell’uomo, dall’inquinamento di aria e suolo e dallo sballamento delle temperature.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico