Home » Benessere » Comunicare con la mente. L'uomo può farlo, lo ha dimostrato un paziente in coma

Comunicare con la mente. L'uomo può farlo, lo ha dimostrato un paziente in coma

Polemica infinita, quella del limite del coma. Una persona che non si risveglia nei tempi previsti entra in stato vegetativo e non comunica più... dunque non può più nemmeno capire, sentire, interagire. Ma sempre più esperimenti dimostrano che ciò NON è vero.

Legata strettamente a questo tema è la questione eutanasia. “Staccare la spina” a un malato in stato vegetativo è un atto di pietà che può farlo felice oppure un sopruso, un omicidio di chi non ha scelto di morire? La scoperta fatta in Canada potrebbe porre nuovi dubbi. Un uomo di 39 anni, in stato vegetativo da 12, dopo un incidente stradale, è riuscito a “parlare”.

Non lo ha fatto con la voce, nè con gli occhi, ma con la mente. Il suo cervello veniva monitorato mentre gli venivano poste delle domande e si è visto che, se le risposte erano certe, l’attività elettrica e l’afflusso di sangue ossigenato al cervello aumentava. L’uomo percepiva benissimo sia la voce del medico che il senso della domanda e tentava di comunicare con tutte le proprie forze, ma tale “comunicazione” non usciva dal suo cervello … rimaneva lì, isolata, visibile solo dalla risonanza magnetica funzionale. E tuttavia è innegabile che fosse uno scambio di forza, una interazione. Da non sottovalutare assolutamente ma da approfondire.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico