Home » Benessere » Alimentazione: il miele di Manuka, antimicrobico del futuro

Alimentazione: il miele di Manuka, antimicrobico del futuro

Esiste una pianta, in Nuova Zelanda, la cui infiorescenza produce un miele con una caratteristica speciale. Una potenza protettiva incredibile contro i microbi e i batteri. Scoperta casuale che potrebbe diventare la medicina universale del futuro, assicura il dottor Dee Carter che per primo l’ha studiato.

Per metterlo alla prova, gli studiosi hanno trattato delle cellule specifiche (quelle delle infezioni da stafilococco aureo nelle ferite) con tipi differenti di estratti di miele. Confrontando gli effetti ottenuti sui batteri si è visto che, in appena 30 minuti, il miele di Manuka aveva frenato drasticamente il tasso di crescita dei microrganismi. Il linguaggio per spiegare tali benefici è molto difficile e per chiarezza va riportato per filo e per segno così come elencato dagli studiosi: “il miele in questione contiene ossidasi di glucosio, la quale in presenza di particelle d’acqua genera piccole quantità di perossido di idrogeno, molto tossico per i microrganismi che difatti muoiono dopo poco“. La speranza è di poter affinare presto un prodotto ricavato da questo miele “miracoloso” e ottenere così un medicinale in grado di sterminare batteri, microbi e dunque il contagio di molte malattie.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico