Home » Benessere » Pillola contraccettiva per l'uomo: interessante studio americano potrebbe aprire nuove prospettive

Pillola contraccettiva per l'uomo: interessante studio americano potrebbe aprire nuove prospettive

Pillola si, pillola no. Se il dilemma è costantemente aperto per le donne è solo all’inizio per gli uomini. La scienza sta cercando da tempo di mettere a punto un contraccettivo maschile orale, che metta al sicuro da concepimenti indesiderati ma che possa essere assunto facilmente e continuamente, come una terapia.

A New York si sarebbe a buon punto, in questo settore. Infatti è stato individuato un composto chimico in grado di indurre le cellule spermatiche ancora immature a d essere espulse dai testicoli precocemente. Un metodo diverso da quelli finora provati, che riguardavano in alcuni casi anche lo “spegnimento dei geni”, con non meglio identificati rischi per la procreazione futura.

Ciò che si sta studiando a New York, invece, è il tentativo di rompere una specie di “barriera” naturale formata da cellule ben specifiche che si situa tra i testicoli e la circolazione sanguigna. Gli studi americani hanno visto (finora solo sui maschi di topo) che iniettando una proteina speciale nei testicoli, tale “barriera” si rompe e gli spermatozoi escono prima di poter maturare e fecondare l’ovluo. Ciò che rende questa idea interessante è che il processo di rottura della barriera è reversibile, quindi si possono ripristinare le condizioni normali in qualsiasi momento. Si tratta solo di vedere se il “ripristino” di tali funzioni dopo un intervento come questo avrà ripercussioni sulla fertilità.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico