Home » Benessere » Pelle: aver cura del piercing per evitare infezioni

Pelle: aver cura del piercing per evitare infezioni

La moda del piercing è una cosa simpatica e per molti giovani importante, serve a far colpo, a sentirsi originali, a sottolinerare la propria bellezza. Forarsi la pelle, alcune parti del corpo, ma anche zone impensabili (capezzoli, pene) … se proprio piace! … è anche divertente, ma se non si curano bene questi “fori” si rischiano le peggiori infezioni.

Che siano normali orecchini, piercing alla lingua o al capezzolo, vanno curati e puliti quotidianamente. O comunque si deve correre ai ripari al minimo segnale di fastidio e ogni piercing va curato in modo diverso. Il metodo usato con uno non può andar bene per l’altro. Il piercing normale, quello alle orecchie, va pulito con del cotone immerso in acqua e sale non iodato. Quelli praticati al naso, al sopracciglio o sul labbro devono essere puliti due o tre volte al giorno con cotone sterilizzato e disinfettante NON alcolico. Il piercing alla lingua si deve pulire, attentamente, alla fine di ogni pasto… anche se si tratta di un semplice snack, e va fatto sia dentro che fuori l’attacco del chiodo.
Se avete un piercing al capezzolo o all’ombelico… o altro! … pulitelo due o tre volte al giorno e fate almeno una volta al giorno una doccia con sapone antibatterico. Inoltre, evitate di cambiare il gioiello se non prima il tempo della cicatrizzazione sarà trascorso TUTTO. Cercate di evitare materiali di bigiotteria o rame, preferite sempre argento oppure oro, o anche acciaio senza tracce di nichel, per andare sul sicuro ed evitare allergie.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico