Home » Benessere » Analizzando il respiro si scopre il cancro: la scoperta rivoluzionaria viene da Bari

Analizzando il respiro si scopre il cancro: la scoperta rivoluzionaria viene da Bari

Uno dei tumori più diffusi al mondo, quello del colon-retto, potrebbe avere il respiro corto. Non è un modo di dire, ma una vera e propria modalità nuova di diagnosi, di matrice tutta italiana messa a punto, infatti, presso l’Università Aldo Moro di Bari, dall’equipe di ricercatori guidata dal dottor Donato F. Altomare.

Analizzare il respiro aiuterebbe a scoprire con molto anticipo se esiste un inizio di tumore al colon e dunque a correre ai ripari per tempo. Gli elementi chiave si chiamano composti organici volatili (COV) e sono presenti nel nostro fiato, salvo cambiare radicalmente caratteristica quando un tessuto del corpo comincia a morire a causa delle cellule cancerose. Analizzando un gruppo di malati di cancro al colon e un gruppo di persone sane, proprio tramite i COV, si è visto che era possibile individuare i pazienti malati con una precisione impressionante.

La certezza dell’identificazione della malattia, infatti, superava il 75% e di conseguenza si può affermare che l’analisi del respiro permette di diagnosticare il cancro al colon-retto senza dubbio alcuno. Questo comporterà diagnosi veloci, cure tempestive e la possibilità di diminuire di molto la mortalità. La scoperta italiana sta attirando l’attenzione di molti ambienti di ricerca internazionali e si sta puntando su questo metodo che potrebbe anche risolvere certi altri mezzi diagnostici troppo invasivi.

admin

x

Guarda anche

Enzima per caso … però “mangia” la plastica

Questi scienziati che letteralmente “giocano” con la materia, manipolandola e trasformandola a loro piacimento, diciamo ...

Condividi con un amico