Home » Benessere » Cade l'ultima frontiera del romanticismo: la scienza spiega anche le carezze

Cade l'ultima frontiera del romanticismo: la scienza spiega anche le carezze

Gli scienziati americani dell’Università della California di San Francisco hanno rotto l’ultimo incanto romantico, si sono insinuati all’interno del più dolce dei gesti umani e lo hanno analizzato come mero evento chimico. E’ stata infatti scoperta la molecola che trasforma il tocco umano (la carezza) in piacere.

Si chiama NOMPC ed è stata individuata, come spesso accade, in test di laboratorio eseguiti sul moscerino della frutta. Si è visto infatti che anche un essere così piccolo reagisce al tocco gentile sul corpo e lo fa perchè questo scatena una molecola che attiva nel cervello la sensazione di soddisfazione. Gli scienziati hanno quindi “disattivato” la suddetta molecola nel moscerino, il quale non reagiva più alle carezze con lo stesso piacere.

Questa scoperta è molto importante ai fini degli studi sulla comunicazione tra il tessuto nervoso sotto pelle e il “messaggio” molecolare che arriva al cervello tramite esso. Se approfondito e sviluppato, questo argomento di studio potrà aiutare molte persone che hanno subito danni al cervello o con problemi neuro-psichiatrici a ritrovare la via delle sensazioni primarie. Un aiuto scientifico ai sentimenti, insomma. Romanticismo del terzo millennio.

admin

x

Guarda anche

Lavastoviglie ricettacolo di batteri e funghi

La lavastoviglie è un ricettacolo di batteri e funghi. L’allarme arriva da uno studio guidato ...

Condividi con un amico