Home » Benessere » "Riposo interrotto", l'insonnia del Duemila causata dai tablet

"Riposo interrotto", l'insonnia del Duemila causata dai tablet

Addormentarsi dopo una chattata …. sonnecchiare, la sera, digitando messaggini amorosi al ragazzo … visionare il tablet prima di andare a dormire, tutte abitudini moderne ormai entrate nell’uso comune ma che ci stanno sconvolgendo il ritmo del sonno.

Lo assicura il Nightingale Hospital di Londra, dopo aver condotto una ricerca sui disturbi da “riposo interrotto”, come è stata ribattezzata questa patologia tipica del terzo millennio. Il problema sono i dispiositivi elettronici con cui ormai conviviamo quotidianamente e che, la sera, andrebbero spenti presto.
Infatti, il corpo (ma soprattutto la mente) per adattarsi al buio ha bisogno di abituare l’occhio alla mancanza di luce. La sera andrebbe magari letto un libro alla luce di una lampada da tavolo, o andrebbe spenta la luce in modo secco … inoltre si deve permettere alla temperatura del corpo e alla pressione di abbassarsi lentamente. Continuando a navigare e chattare convulsamente fino all’ultimo si crea uno stato di eccitazione che impedisce il sonno, o che ci sveglia nel cuore della notte come se avessimo riposato 8 ore… ma invece sono soltanto due o tre. E non bastano affatto.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico