Home » Benessere » Inanizione. Ecco cosa ha ucciso Stefano Cucchi

Inanizione. Ecco cosa ha ucciso Stefano Cucchi

Sono sotto accusa i medici dell’ospedale Sandro Pertini che hanno avuto in cura il geometra Stefano Cucchi, durante il periodo della sua detenzione per droga. Il ragazzo sarebbe morto per malnutrizione e nessuno dei sanitari si sarebbe “accorto” di una tale grave carenza di cibo e liquidi. Lo ha detto la Corte di Cassazione che, insieme ai nove medici, ha posto sotto indagine anche tre agenti della polizia carceraria.

La morte di Cucchi è stata causata da un problema che si chiama Inanizione, meglio conosciuta come Atrofia da Malnutrizione e insorge quando non si ha alcun modo di ingerire cibo né liquidi per un lungo tempo. Il corpo, allora, cercando nutrimento comincerà prima a consumare il grasso trattenuto e dopo passerà agli altri tessuti. In poche parole, il corpo “divora” se stesso e le conseguenze sono enteriti, tumori e la lenta atrofizzazione dei muscoli e degli organi interni fino alla morte.

Sembra impossibile che ben nove medici non si siano resi conto del processo di Inanizione in corso nell’organismo del paziente e molti dubbi sorgono sulla loro preparazione, a meno che non siano stati fermati da qualche fattore esterno che deve assolutamente essere chiarito per rendere giustizia alla vittima di questa vicenda e ai suoi familiari.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico