Home » Benessere » Frutta secca, tentazione di Natale. Ecco quando mangiarla

Frutta secca, tentazione di Natale. Ecco quando mangiarla

Noci, noccioline, arachidi… la frutta secca è la regina delle Feste di Natale e Capodanno. Buonissima, una tira l’altra e addio alla dieta, dato che è molto calorica e ricca di olii e grassi. Ma esiste il modo di goderne senza mettere in pericolo la linea? Pare di sì.

Intanto è bene conoscere ogni tipo di frutto e le calorie e i benefici che può portare o meno. Le più pesanti di tutti sono noci e noccioline (650 calorie per 100g), mentre le mandorle e i pinoli sono meno calorici ma comunque pesanti. La frutta più leggera sono le albicocche secche, i fichi secchi e i datteri con meno di 300 calorie per 100g.
Si può consumare la frutta secca, con tutte le sue calorie, la mattina… magari insieme ai fiocchi d’avena, perchè regala energie per tutta la giornata senza pericolo di far ingrassare. A cena va anche bene se accompagna le insalate o se usata come ingrediente aggiunto ad altri piatti. Ma mangiarla da sola, a metà mattina o nel pomeriggio, è un attacco sicuro alla vostra preziosa linea. O meglio, potete concedervi il capriccio della frutta secca durante la tombola del pomeriggio con gli amici… ma poi evitate di consumare una cena ricca o un pranzo pesante che si aggiunga al peso calorico che avete già assunto.

admin

x

Guarda anche

Una “buona” cura preventiva per l’infarto? Lo yogurt

Mangia yogurt e campa cent’anni. O per lo meno, se ti ammalerai, non sarà per ...

Condividi con un amico