Home » Benessere » Il killer di bambini non era autistico. Troppo autonomo e senza paura

Il killer di bambini non era autistico. Troppo autonomo e senza paura

E’ facile fare di “tutta l’erba un fascio”, quando un evento sconvolge i sentimenti. E spesso questo significa indicare un’intera razza, categoria o malattia come responsabile. Un musulmano uccide? Tutti i musulmani sono terroristi. Un disoccupato spara? Tutti i discoccupati sono pazzi. Lo stesso sta succedendo in America dopo la strage che il giovane Adam Lanza ha compiuto in una scuola elementare, uccidendo 20 bambini e 7 maestre.

Adam Lanza è autistico, dunque tutti gli autistici sono pericolosi. Sbagliato. Sbagliato generalizzare, come sempre, ma sbagliato anche indicare come “autistico” un ragazzo che al 90% autistico non era affatto. Gli autistici -gente sofferente della Sindrome di Asperger- non possono sparare, spiegano gli esperti. Non possono farlo perchè hanno terrore dei rumori forti, come lo scoppio di un’arma, appunto. E non possono farlo come lo ha fatto Lanza perchè non sono così autonomi.

Il killer americano infatti ha prelevato le armi, si è recato alla scuola, ha cercato la madre e poi le altre piccole vittime con una sicurezza di movimento impossibile per un ragazzo autistico. Un giornalista italiano, padre di un ragazzo che soffre di Sindrome di Asperger, ha dichiarato con certezza assoluta che i ragazzi autistici non si orientano bene nello spazio esterno e che non saprebbero mai caricare e montare un’arma da fuoco, in quanto il processo logico di tutto ciò non segue gli stessi canoni della loro particolare logica. Dunque attenzione, prima di far partire pericolose cacce alle streghe, è sempre meglio informarsi bene.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico