Home » Benessere » L'importanza dei colori. In medicina e nella vita in generale

L'importanza dei colori. In medicina e nella vita in generale

I colori che si indossano sono un segno del nostro umore. Quante volte lo avete sentito dire? I colori freddi (blu, grigio, bianco) indicano depressione, tristezza mentre i colori accesi (rosso, arancio, giallo) sono segnale di allegria e di buon umore. Non è solo una questione di abbigliamento, i colori hanno davvero una forte influenza sul nostro vissuto… in fondo non sono altro che il modo in cui il nostro occhio percepisce la luce.

Una ricerca americana condotta a Boston su malati di epilessia che, inspiegabilmente, interrompevano cure preziosissime per la loro salute ha portato ad approfondire il problema e si è così scoperto che le persone sono portate a curarsi male o a non curarsi affatto se viene loro prescritto un farmaco che, oltre ad essere generico, ha anche un colore “poco invitante”. Il colore, dunque, anche nelle medicine risulta stimolo positivo per accettare il prodotto e, se non è abbastanza accattivante, il medico deve spiegare meglio al paziente le proprietà curative in modo da “convincere” la sua mente ad usarlo.

Un altro studio, condotto in Spagna, ha sottoposto alcuni volontari all’assaggio di tazze di cioccolata. Le tazze erano tutte uguali, con la stessa quantità di cioccolata dentro, e l’interno dipinto di bianco per tutte. Cambiava solo il colore esterno (bianco, rosso, crema o arancione). E si è visto che le persone dichiaravano che fosse “molto più buona” la cioccolata contenuta nella tazza arancione, anche se la marca era uguale per tutte. Dunque ancora una volta, il colore influenza profondamente scelte e decisioni.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico