Home » Benessere » Per non morire sulle strade, usate la testa… e il navigatore Waze!

Per non morire sulle strade, usate la testa… e il navigatore Waze!

Una serie di tragici incidenti ha insanguinato le strade italiane tra Natale e Capodanno e oggi si contano le statistiche, che somigliano a un bollettino di guerra. Si continua a morire per incidente stradale, seconda causa di decesso dopo il cancro e prima assoluta per i giovani. E nel nostro Paese, dove in troppi ignorano le regole civili, il numero raddoppia tristemente. Solitamente si accusano le strade…. “statale maledetta”, o “autostrada killer”, mentre il problema è nella testa di chi guida.

Non c’è soluzione a questo “male” se non usare bene il cervello. Se sapete prima di dover andare a bere, fate in modo di non essere voi al volante al ritorno. Se dovete per forza fumarvi una canna, fate in modo di non guidare con la mente sballata. Usare il cervello è il primo mezzo di prevenzione. Il secondo è l’informazione. Essere sempre informati sulle condizioni delle strade è importante per evitare emergenze improvvise. Secondo la Ben-Gurion University che ne ha studiato l’efficacia, un ottimo aiuto è il navigatore Waze, che usano già 30 milioni di persone nel mondo. Tale dispositivo funziona come un social network, una sorta di “facebook” della strada che si aggiorna costantemente grazie alle notizie degli utenti. E così, l’attenta segnalazione di nebbia o di olio sull’asfalto, fatta dall’automobilista prima di noi, può salvare la vita a chi viene dietro. Sperando che venga almeno rispettando i limiti di velocità e sobrio!

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico