Home » Benessere » In Veneto, ospedali e specialisti lavoreranno anche di notte contro i tagli

In Veneto, ospedali e specialisti lavoreranno anche di notte contro i tagli

I tagli alla sanità decisi dal governo stanno portando disagi in tutta Italia, come ad esempio a Roma e nel Lazio dove i tempi di attesa dei ricoveri sono talmente lunghi che non possono più partire nemmeno le ambulanze, dato che non ci sono posti liberi in ospedale. Il Veneto sta cercando di reagire alla situazione in maniera differente.

Anche in questa regione i tagli sono imposti e vanno rispettati, e anche qui si cominciano a registrare forti disagi negli ospedali soprattutto per le visite e per le liste di attesa lunghissime. La regione sta dunque deliberando una proposta che porti a tenere gli ospedali aperti anche di notte, in modo da smaltire i tempi e velocizzare lo scorrimento delle liste.

Si tratta del primo di tanti provvedimenti che il presidente Zaia e la sua squadra cercheranno di portare a compimento per evitare i forti disagi che altrove stanno mettendo in ginocchio anche ospedali di grande prestigio. Vengono consultati in queste ore i direttori generali, i primari e gli specialisti che potrebbero prender parte a queste iniziative per prestare la loro opera extra e aiutare la popolazione a superare questi tempi difficili anche dal punto di vista sanitario.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico