Home » Benessere » EBV, il virus della Mononucleosi, che "inganna" le difese del corpo

EBV, il virus della Mononucleosi, che "inganna" le difese del corpo

La mononucleosi è la cosiddetta “malattia dei baci” (perchè si trasmette per via orale), un disturbo causato dal virus Epstein-Barr (EBV) che colpisce in prevalenza adolescenti e giovani. Si tratta di una malattia con decorso molto lungo, fino a sei settimane, e causa febbre, faringiti e adenopatie curabili con riposo assoluto, analgesici e antipiretici (FANS). Sconsigliati, invece, gli antibiotici.

Fino a poco tempo fa si sapeva che il virus EBV colpiva esclusivamente i linfociti B, ma gli ultimi studi hanno dimostrato che esiste un obiettivo diverso e altrettanto esposto all’attacco virale nel caso di questa malattia: le cellule dendritiche plasmacitoidi (pDC). Si è arrivati a questa ipotesi osservando come e quanto il virus della mononucleosi riuscisse ad aggirare le difese immunitarie.

In poche parole, EBV è in grado di bloccare l’azione delle cellule pDC che attivano la reazione dei linfociti T. Immettendo nelle cellule delle molecole inibitorie riesce a farsi “accettare” dalle cellule altrimenti addette alla difesa da qualsiasi attacco e dunque a convivere con esse. Una scoperta importante che permetterà di agire in modo più diretto verso un virus che è anche responsabile di molte malattie autoimmuni e di alcuni tipi di cancro.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico