Home » Benessere » USA: doppio trapianto di braccia con minimo rischio di rigetto

USA: doppio trapianto di braccia con minimo rischio di rigetto

Brendan Marrocco non dimenticherà mai più il giorno di oggi, così come non dimenticherà quello di quattro anni fa in cui una bomba, in Iraq, gli portò via entrambe le braccia. Invalido per sempre, in altri tempi, ma nel 2013 la scienza sfida i limiti e compie miracoli.

Brandon si è sottoposto a un doppio trapianto di braccia, nell’ospedale John Hopkins di Baltimora (USA), grazie a una innovativa tecnica operatoria che ha previsto anche un trapianto di cellule del midollo del donatore. In tal modo, il corpo del giovane paziente è stato prima “abituato” ai tessuti di un estraneo, attraverso le cellule stesse di quell’estraneo, e solo dopo ha ricevuto il doppio dono, entrambe le braccia.
Così facendo si è potuto diminuire di molto il numero dei farmaci anti-rigetto e il paziente ha superato bene la prima fase. Un intervento complicato, che ha visto la capillare ricostruzione e collegamento di ogni vaso, muscolo, osso, fibra in un tempo molto lungo di sedazione. Tuttavia è andato bene e oggi, a due mesi dall’evento (il più completo mai eseguito in America) Brandon, a 26 anni, può ricominciare a sperare.

admin

x

Guarda anche

Vaccini: come superare paure dei bambini

È molto comune tra i bambini la paura di sottoporsi ai vaccini. Come è noto, ...

Condividi con un amico