Home » Benessere » L'influenza stenta a sparire. Colpa della ricaduta dei più piccoli

L'influenza stenta a sparire. Colpa della ricaduta dei più piccoli

Giro di boa dell’influenza, che dovrebbe andare a calare proprio nelle prossime settimane se non fosse che il virus torna a rimettersi in circolo per colpa delle ricadute. E a “ricadere” sono quasi sempre i bambini. Un po’ spinti da genitori frettolosi che non possono stare in casa a badare a loro, un po’ spinti dalla naturale irrequietezza dell’infanzia, non conducono una convalescenza corretta.

L’influenza di quest’anno, che si manifesta con diarrea e vomito oppure con mal di gola e tosse, porta febbre molto alta e senso di spossatezza per diversi giorni. Inoltre toglie l’appetito, rendendo deboli e indifesi verso altri attacchi. Riportare un bambino a scuola dopo due giorni, solo perchè per una mattina non ha febbre è la mossa più sbagliata … in quanto il suo corpo indebolito e ancora sotto attacco del virus verrà ri-contagiato e ne avrà conseguenze più pesanti. Inoltre, un bambino non ancora guarito è un “untore” che contagia tutti.

Occorre tenere i piccoli a letto, ben coperti e sotto terapia medica per cinque giorni. Non importa se sono sfebbrati e se si sentono bene, bisogna essere sicuri al 100% che non siano più in pericolo di contagio né che siano essi stessi una fonte di contagio. I genitori facciano pazienza e si organizzino di conseguenza, ascoltando il medico e i consigli che impartisce. La salute dei vostri bambini non è compatibile con la fretta di cui questa società ormai è vittima da anni.

admin

x

Guarda anche

Allergie alimentari, prevenirle in gravidanza e allattamento

In gravidanza e allattamento è possibile prevenire le allergie alimentari dei più piccoli. A sostenerlo ...

Condividi con un amico