Home » Benessere » Medicina orientale e tecniche mediche del passato. La nuova frontiera anche in Europa

Medicina orientale e tecniche mediche del passato. La nuova frontiera anche in Europa

Siamo arrivati al punto in cui la scienza ha superato il limite. Troppe medicine, troppe cure perfette hanno generato anche batteri resistenti e perfetti che mettono di nuovo in crisi tutto. Allora, che fare? Quando la medicina tradizionale entra in crisi e “si ferma” a prendere respiro, si può sostituirla o aiutarla con le tecniche antiche, meglio se orientali!

Premesso che le due tradizioni mediche devono sempre andare insieme e non escludersi a vicenda, ricorrere a metodi antichi e a metodi della medicina orientale serve moltissimo. Ad esempio, alcuni metodi molto diffusi in Asia e in America, in Europa sono ancora visti con sospetto… eppure la gente ne trae ottimi benefici. Una è la “terapia del calore” (moxibustione). Si spalma la zona dolorante con creme particolari e la si copre con panni di una speciale lana vegetale, derivata dalla pianta di artemisia. La lana, a forma di cono, viene bruciata e lasciata bruciare fino a pochi millimetri dalla pelle. Il calore generato, simile a quello di un infrarosso, è in grado di curare.

Stesso potere curativo ha il metodo chiamato “coppettazione”: si applica l’agopuntura nel punto interessato, che poi si ricopre con delle coppette (di bambù o di vetro) e tramite l’aiuto di una siringa o del fuoco viene creato il vuoto al loro interno. In tal modo in quell’area vengono “tirati fuori” i tessuti esterni del paziente e viene tonificato il punto in cui è inserito l’ago, in modo da amplificare l’effetto sull’organismo. Si tratta di tecniche delicate, perchè comprendono entrambe l’uso del fuoco, e per questo siate assolutamente sicuri di chi è la persona che le applica, prendendo molte informazioni sulla sua preparazione.

admin

x

Guarda anche

Sesso? D’inverno fa bene più che d’estate

I motivi per far sesso non mancano, non bisogna certo affidarsi alla scienza per trovarli. ...

Condividi con un amico