Home » Benessere » Il sindaco di Roma interviene sul caso "Peter Pan": è utile, non deve chiudere

Il sindaco di Roma interviene sul caso "Peter Pan": è utile, non deve chiudere

Solo ieri avevamo scritto la terribile notizia della Casa Peter Pan di Roma, che accoglie bambini malati di cancro e le loro famiglie, costretta a chiudere per un aumento spropositato dell’affitto imposto dalla IRAI (DA 6.000 mensili a 30.000). Una notizia scioccante, perchè toccava una Onlus sempre attiva, puntuale nei pagamenti e impegnata a dar sollievo a famiglie disperate.

Secondo l’azienda facente parte dell’Ipab del Lazio, l’aumento è dovuto a causa dei “canoni commerciali del quartiere” in cui la Onlus si trova ad operare (Trastevere) e rientra perfettamente nel programma degli adeguamenti previsti dalla revisione di spesa decisa dal governo. Ma così facendo si rischia di buttare in mezzo alla strada famiglie con bambini gravemente malati, alcuni giunti anche dall’estero.

Per questo è intervenuto con decisione il sindaco di Roma, Gianni Alemanno: “Noi come Comune e città siamo contrari a qualsiasi interruzione di questo splendido servizio, e in ogni caso non ci dovrà essere nessun blocco delle attività dell’associazione” ha dichiarato ieri ad una conferenza stampa appositamente voluta “Già lunedì ci sarà un incontro in Regione e sono convinto che questa situazione si chiarirà” ha precisato in conclusione. Un atto dovuto, perchè da subito la notizia aveva destato indignazione in tutto il Paese.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico