Home » Benessere » Sbalzi di umore, depressione e "follia" sono causati da recettori mal funzionanti

Sbalzi di umore, depressione e "follia" sono causati da recettori mal funzionanti

Il nostro umore, la serenità, l’ansia o la rabbia dipendono tra le altre cose dal nostro modo di vedere il mondo e gli eventi. Se una situazione la percepiamo “distorta”, anche se è facilissima da affrontare, a noi sembra una montagna invalicabile e ci deprime. Viceversa, a volte si crede di poter affrontare di tutto e ci si butta in situazioni altamente pericolose con ottimismo.

Uno studio della Yale University (USA) ha finalmente identificato il meccanismo mentale che ci porta a “vedere” le cose in modo tanto diverso gli uni dagli altri. Si tratta dei recettori NMDA-NR2B, che intervengono nel processo di costruzione delle rappresentazioni mentali della realtà e ci permettono di decifrarla, in un modo o in un altro. Basandosi su studi precedenti che avevano notato un malfunzionamento di tali recettori nei pazienti schizofrenici, i ricercatori hanno ricostruito l’intero percorso di questi fenomeni all’interno del nostro cervello.

Dunque le persone che soffrono di schizofrenia, ma anche di depressione o di sbalzi umorali, potrebbero essere incapaci di visualizzare le situazioni -o incapaci di mantenere ferma in mente la visualizzazione di tali situazioni- a causa di tali recettori. La mente cerca soluzioni a quella visione distorta che magari sarebbero utili per un vero problema ma che, in quel momento, sono solo reazioni strane o assurde. La conferma di questa teoria nasce anche dal test della chetamina… un anestetico che agisce proprio alterando i recettori NMDA e che dà alla persona che lo assume reazioni e allucinazioni simili a quelle di uno schizofrenico.

admin

x

Guarda anche

Simil-influenza mette a letto 100mila italiani

Sono almeno 100mila gli italiani alle prese con una sindrome simil-influenzale. Le temperature insolitamente alte ...

Condividi con un amico