Home » Benessere » Batteri: dalle spugne marine l'antibiotico del futuro?

Batteri: dalle spugne marine l'antibiotico del futuro?

Se n’è cominciato a discutere durante i dibattiti per la salvaguardia degli oceani, ormai minati da molti problemi… la maggior parte dei quali causati dall’uomo! Pesca selvaggia, inquinamento, trivellazioni, esperimenti nucleari. Eppure, preservando i nostri mari non solo garantiremo un futuro al pianeta ma anche alla nostra specie.

I ricercatori stanno infatti puntando sui fondali marini per cercare nuove soluzioni alle nostre malattie, in modo particolare nuovi antibiotici. Potrebbero venire da alcuni batteri “buoni” che vivono nelle oscurità marine o dalle spugne i nostri nuovi alleati contro le infezioni, dunque occorre che vivano in un ambiente sano e pulito. Il progetto europeo PharmaSea ha ricevuto un finanziamento di 9 milioni e mezzo per esplorare fondali marini ancora sconosciuti proprio con lo scopo di cercare nuove cure anche in vista dell’aumento dei “super batteri resistenti”.

Il mare è già molto sfruttato per la produzione di cosmetici e per la medicina asiatica che ancora si aggrappa a pesci e alghe considerati curativi. Ma mentre di alcune cose si può fare a meno, degli antibiotici no. Essi sono l’unica arma che abbiamo per mantenerci in vita, anche considerando che l’inquinamento aumenta nell’aria intorno a noi e che una ferita si può infettare anche in ambienti considerati sani. Le ricerche sul fondo marino potrebbero essere la nostra … ultima spiaggia!

admin

x

Guarda anche

Un vaccino di staminali contro il cancro al seno

Niente facili speranze, si tratta solo di uno studio … il primo passo di un ...

Condividi con un amico