Home » Benessere » Avete l'asma? Ingoiate… amaro!

Avete l'asma? Ingoiate… amaro!

L’asma, così come molti tipi di allergie delle vie respiratorie, è causata da una reazione anomala delle fibre muscolari dell’apparato respiratorio, in modo particolare dalla eccessiva contrazione provocata dalle cellule lisce. Questo restringe le vie respiratorie e dà quel senso di soffocamento che fa star male. Ma se poco sollievo danno le medicine e le varie terapie attuali, nel futuro immediato un grande aiuto potrebbe venire dalle piante amare.

Le piante commestibili amare come ad esempio la cicoria o i cavolicelli (verdura Brassica) o gli spinaci o il radicchio contengono sostanze che danno alle foglie quel gusto amarostico che a molti disturba. Stessa cosa si trova nel cioccolato fondente purissimo, nella birra, in tutti quegli alimenti che normalmente consumiamo con molto condimento proprio per non sentire il fastidio dell’amaro. Ma in chi soffre d’asma o di problemi respiratori in genere, l’amaro è una ottima cura.

Esiste infatti una proteina viene liberata dall’apposito recettore quando quest’ultimo … a causa della reazione all’amaro… si attiva. Tale proteina, chiamata “proteina G” si divide in due sub-unità: G Alfa e G Beta-Gamma Dimero. E’ questa seconda unità che permette la chiusura dei canali del calcio sulla membrana plasmatica, facendo sì che esso torni a livelli normali e che le cellule si rilassino. Il rilassamento cellulare rilassa anche i muscoli e calma lo spasmo dell’attacco asmatico. Dunque, “ingoiare amaro” per una volta ha un significato più che positivo e potrebbe essere la base per nuovi trattamenti terapici creati in laboratorio per questi pazienti.

admin

x

Guarda anche

Baby brain, gravidanza affatica la mente

Baby brain, quando la gravidanza affatica la mente. Seppure non se ne conoscano ancora le ...

Condividi con un amico