Home » Benessere » Vino rosso anticancro: verità o leggenda?

Vino rosso anticancro: verità o leggenda?

Torna periodicamente alla ribalta la notizia che il vino rosso fa bene all’organismo: mantiene pulite le arterie e previene il cancro. La stessa notizia però viene spesso smentita poche settimane dopo, mettendo in guardia dai danni che il vino rosso causa quando lo si considera erroneamente un rimedio anticancro. Dove sta la verità?

Il problema è che le proprietà benefiche anticancro sono date dal resveratrolo, una sostanza presente nella buccia dell’acino d’uva le cui proprietà passano anche nel vino in quantità minime. Talmente minime che, per poterne ottenere l’efficacia si dovrebbero bere ogni giorno almeno cento bicchieri di vino rosso. Naturalmente ciò è impossibile perchè la troppa assunzione di alcol danneggerebbe il fegato e la lucidità mentale.

Si attende dunque il risultato parallelo di molte altre ricerche avviate sullo stesso tema per dare il via libera alla elaborazione del resveratrolo in laboratorio. Si dovrà insomma lavorare questa sostanza per poterne estrarre i principi benefici e sintetizzarli in un medicinale che abbia in sé la potenza dei suddetti cento bicchieri di vino quotidiani. Rimangono poi da risolvere altri dubbi, ad esempio quelli delle ricerche che identificano il vino rosso come maggior responsabile della comparsa del cancro al seno! Una contraddizione che va ben capita ed eventualmente smentita.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’aerobica fa bene al cervello

Che il movimento fisico faccia bene lo sappiamo tutti e sappiamo anche che, se non ...

Condividi con un amico