Home » Benessere » In Veneto ci si cura di notte contro la crisi

In Veneto ci si cura di notte contro la crisi

Come fare per salvare qualcosa di prezioso come la salute, in un periodo in cui la crisi e la politica sembrano unire le forze per affondare un colpo mortale alla Sanità italiana? Il Veneto, secondo la sua millenaria tradizione, si è dato da fare da solo proponendo degli ospedali a turni, che comprendano anche le aperture notturne!

La proposta è stata fatta dal presidente della Regione, Luca Zaia, e cerca la collaborazione di tutti gli enti nella speranza di arrivare, con questo metodo un po’ anomalo, a recuperare l’efficienza che per colpa dei tagli viene perduta ogni giorno di più … e non solo nella regione del Leone di San Marco. La prima a dire sì è stata l’azienda ospedaliera di Padova.

Il direttore generale Claudio Dario ha dichiarato la propria piena disponibilità a tentare questa strada.”Credo che questa apertura del presidente Zaia sia molto significativa ed io ho già espresso la piena disponibilità a sviluppare questi percorsi“, ha dichiarato al giornale online Bresciaoggi. Il momento di crisi sta spingendo tutti a far meglio e tentare nuove strade pur di evitare la chiusura di laboratori e posti letto è un obbligo. Occorrerà naturalmente un programma ben definito a livello regionale, che garantisca anche la sicurezza dovuta, soprattutto considerata l’apertura notturna nelle ore, cioè, più a rischio criminalità.

admin

x

Guarda anche

Cattive abitudini mettono a rischio salute denti dei piccoli

Cattive abitudini mettono a rischio la salute dei denti dei più piccoli. A causa di ...

Condividi con un amico