Home » Benessere » Nè allergici, nè celiaci: ipersensibili al glutine

Nè allergici, nè celiaci: ipersensibili al glutine

Mangi un panino e scoppia il mal di testa. Due forchettate di pasta e partono i crampi e la nausea. Però i controlli dall’allergologo sono chiari: tu non soffri di celiachia. Allora come mai i sintomi sono pressoché gli stessi? Si tratta della “sorella minore” della celiachia, ovvero l’ipersensibilità al glutine.

Essere ipersensibili al glutine significa diventare celiaci ma solo per un breve periodo. E’ infatti un disturbo transitorio che si può curare fino a farlo regredire ma che, mentre è manifesto, si comporta esattamente come la celiachia vera. Uno studio italiano ha analizzato la situazione nazionale e ha visto che effettivamente esiste una larga fetta di popolazione che soffre di questa forma anomala di “celiachia non celiachia”e l’estensione è tale che si può parlare benissimo di malattia.

Questa malattia secondaria si manifesta o con disturbi che sorgono solo ed esclusivamente dal contatto col glutine o con disturbi che si manifestano anche con alimenti entrati per errore in contatto col glutine. Essa si differenzia anche dall’intolleranza al glutine, la quale appunto si presenta solo quando il soggetto ingerisce alimenti glutinosi cioè a base di grano ma non sempre con disturbi pesanti. Lo studio italiano ha preso in esame 250 persone, confrontando anche i risultati con vecchi studi passati sul problema celiachia e allergia. Siamo di fronte a una vera e propria “terza forma” di intolleranza che va seguita in modo specifico.

admin

x

Guarda anche

Ecco alcuni consigli per usare bene la Curcuma

Anti infiammatoria, anti tumorale, protettiva del sistema immunitario … buona. Ecco molti dei vantaggi e ...

Condividi con un amico