Home » Benessere » Psicologia: la "cucinoterapia" che salva gli italiani dallo stress

Psicologia: la "cucinoterapia" che salva gli italiani dallo stress

Un team di 50 esperti tra sociologi, psicologi, medici e sondaggisti ha interrogato un ampio campione di persone via web. Circa 1200 italiani hanno confidato a queste persone cosa fanno per rilassarsi e soprattutto dove lo fanno, qual è il luogo che li fa sentire meglio con se stessi. Pronti alla sorpresa? E’ la cucina!

Esatto, la cucina. Il regno che una volta era solo di mamma e di nonna oggi è la stanza preferita di tutti. Saranno state trasmissioni come “La prova del cuoco” o “Masterchef”, sarà colpa della solita crisi che toglie tutti i piaceri tranne uno: mangiare! Fatto sta che la cucina oggi è il luogo della casa che gli italiani (di ogni sesso ed età) preferiscono. Alcuni si rilassano proprio cucinando torte e piattoni da re, altri si accontentano di un’insalata o di un panino, altri ancora la scelgono solo per l’idea di intimità e raccoglimento (davanti al camino o alla TV) che questa stanza trasmette.

La cucina è il centro dei “riti quotidiani” che gli esperti indicano come terapia migliore per superare ansie e rabbia. Il vivere la cucina pienamente, cioè non solo per mangiare ma anche arredandola, pulendola, cambiando l’ordine degli oggetti, ridipingendola quando serve, è un esercizio di benessere che fa bene più di una seduta psicanalitica. Il benessere in cucina è strettamente legato ai cinque sensi. Questa stanza deve essere bella da vedere, profumata di odori appetitosi, zona del gusto per eccellenza, con tutto quel che serve a portata di tatto e sede dei rumori che fanno aumentare la voglia di stare assieme, come le forchette che tintinnano sui piatti.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico