Home » Benessere » Molti meno infarti, negli ultimi 50 anni. Ma oggi rischiano di nuovo i giovani

Molti meno infarti, negli ultimi 50 anni. Ma oggi rischiano di nuovo i giovani

Un magnifico record appena raggiunto, che però potrebbe subito essere ritirato. Si tratta della lotta contro le malattie cardiache che fa registrare, negli ultimi 50 anni, un calo della mortalità molto drastico. Si parla di almeno 750.000 vite salvate grazie alla prevenzione e alle cure, ma la festa potrebbe durar poco perchè i nuovi dati … provenienti dalle giovani generazioni… rischiano di riportare tutto indietro di molto.

Se a metà degli anni Settanta i decessi per infarto superavano i 90.000, oggi sono 35.000 e in totale dagli anni Sessanta ad oggi abbiamo avuto un 60% di morti in meno. Quella che nel dopoguerra era considerata una malattia dei quarantenni, oggi colpisce solo gli ottantenni e solo in certe situazioni e condizioni. Un bel passo avanti, una vittoria per la scienza che però non si può fermare e deve ricominciare a far campagna preventiva per i giovani.

Infatti, la vita facile, lo sballo settimanale e gli eccessi senza controllo stanno riportando in auge le malattie del cuore e stavolta riguardano persone molto giovani. Insomma, se i moderni genitori possono essere al riparo da infarti fino alla vecchiaia avanzata, i loro figli potrebbero di nuovo essere a rischio tra i 30 e i 40 anni. Occorre ricominciare a parlare di sana alimentazione, di cancellazione dei vizi e degli eccessi, un’educazione alla salute e al rispetto di se stessi che dovrà convincere le nuove generazioni a seguire l’esempio di chi le ha precedute.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico