Home » Benessere » La cuffia che salva i capelli dopo la chemioterapia

La cuffia che salva i capelli dopo la chemioterapia

Solo due ospedali italiani, quello di Avellino e quello di Modena, hanno avuto il coraggio di investire 30.000 euro nell’acquisto di alcune “cuffie refrigeranti”, l’ultimo ritrovato della ricerca per venire incontro alle esigenze dei malati di cancro. Non nel senso prettamente medico, quanto estetico. Queste cuffie, infatti, impediscono la caduta dei capelli causata dalla chemioterapia.

In uso in molti ospedali inglesi, questa idea geniale della Paxman di Manchester, agisce su uno degli aspetti forse secondari di un cancro ma certamente traumatizzante per molti… in modo particolare per le donne e per i bambini. La perdita di capelli non colpisce tutti i soggetti che fanno chemio, ma è una realtà innegabile. Questa cuffia crea un raffreddamento controllato del cuoio capelluto, restringendo i vasi sanguigni e impedendo la perdita di capelli.

Non funziona sempre al massimo, anzi la sua efficacia è riconosciuta in un raggio che va tra il 50 e il 70% ma anche questa speranza a metà può servire a migliorare la vita di una persona malata. Sentirsi ancora belli può essere un aiuto per la fiducia in se stessi, e la sicurezza … da qualunque lato arrivi… per chi lotta ogni giorno con tutte le proprie forze contro la morte è sempre una marcia in più. La Paxman ha prodotto questo ingegnoso attrezzo per dar sollievo alla moglie del fondatore dell’azienda, malata di cancro al seno, e ha “rubato” l’idea del raffreddamento da una fabbrica di birra.

admin

x

Guarda anche

Una fan contro Nadia Toffa: “Forse sul cancro hai esagerato”

Sul “caso” Nadia Toffa -la giornalista delle Iene ricoverata a dicembre per un “malore” e ...

Condividi con un amico