Home » Benessere » Eppure lo stress non è sempre un nemico

Eppure lo stress non è sempre un nemico

Parliamo sempre di stress, nervi che uccidono, ansie che paralizzano… lo stress come nemico che a lungo andare causa anche il cancro, gli infarti o i suicidi. Eppure lo stress non sempre è un male, ci sono alcuni studi che dimostrano come la spinta di queste ansie può fare molto bene a mente e corpo. Due professoresse dell’Università di Berkeley lo hanno dimostrato.

Alcuni test condotti sui topi hanno dimostrato una differenza sostanziale tra normale stress e stress cronico, o ripetuto nel tempo. Le azioni stressanti “di norma”, alternate a periodi di calma, hanno prodotto nel cervello degli animali livelli di corticosterone pari a quelli che si verificano nello stress cronico, solo per un periodo più breve. Questo stress molto concentrato ma di breve durata ha in effetti raddoppiato la proliferazione di nuove cellule cerebrali nell’ippocampo.

Dopo due settimane da questi stimoli acuti, le funzioni cerebrali dell’animale raddoppiavano ed esso si presentava più sveglio, più pronto ad affrontare le azioni della vita. Insomma, una rapida iniezione di stress passeggero aveva scatenato il cervello che aveva cominciato a dare il meglio di sé. Tutto l’opposto di uno stress magari leggero ma ripetuto nel tempo, che invece inibisce il lavoro delle cellule cerebrali e porta al soggetto fatica e scarsa lucidità.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico