Home » Benessere » Scoperto a Roma il modo di far penetrare un vaccino nelle cellule del cancro

Scoperto a Roma il modo di far penetrare un vaccino nelle cellule del cancro

Proprio nel giorno in cui moriva François Jacob, uno degli scopritori del DNA, uno studio italiano propone il DNA come arma di salvezza contro il cancro tramite una vera e propria “vaccinazione” che prepari l’organismo alla battaglia contro la malattia. L’idea nasce infatti dal CNR-IFT-Università Campus Bio-Medico di Roma e si preannuncia molto interessante.

Le informazioni fornite da questo studio vanno a sostenere le sperimentazioni di vaccini per alcuni tipi di cancro già iniziate altrove, nel mondo, e contribuiranno certamente a dare un aiuto in più a questa soluzione. Quello su cui si sta lavorando a Roma è un trattamento del tessuto muscolare a base di ialuronidasi, cioè quell’enzima in grado di abbassare le barriere che ostacolano la penetrazione del vaccino all’interno delle cellule.

Smontando questa corazza difensiva delle cellule, che ovviamente è presente anche in quelle del cancro, si permette a qualsiasi medicina di raggiungere lo scopo curativo e, nel caso di un vaccino basato sul DNA come quello progettato a Roma, a maggior ragione permette di raggiungere il cuore della cellula, modificandola. Nel caso delle cellule del cancro, occorre modificarle in modo che si rendano “visibili” al nostro sistema immunitario e riconosciute da esso come nemiche, e fermate. Un punto in più che aiuterà gli studi già avviati a migliorare ancor di più.

admin

x

Guarda anche

Un “codice” sulle pillole per gestire il farmaco

Sapete che cos’è un QR CODE… o “codice QR”? E’ quel qudratino che trovate ormai ...

Condividi con un amico