Home » Benessere » La depressione è contagiosa? Forse sì, ma senza drammi

La depressione è contagiosa? Forse sì, ma senza drammi

La depressione è contagiosa? Forse sì. Almeno questo è quel che risulta da uno studio condotto in America su 103 coppie di studenti di un College, non per forza legati da relazioni sentimentali ma anche semplici compagni di stanza. Chi passava troppo tempo con un amico/a in crisi depressiva ne imitava le reazioni poco dopo.

La persona depressa, solitamente, soffre di una sindrome che lo vede inadeguato, insignificante, sempre in colpa verso qualcuno, ansioso e pieno di paure. Questo modo di pensare e di agire cerca solitamente nell’altro un sostegno, una continua rassicurazione. Ma questo continuo proiettarsi verso gli altri chiedendone un silenzioso aiuto causa in realtà l’effetto opposto, portando un amico o un partner a condividere quell’atteggiamento.

La vulnerabilità cognitiva, tipica della depressione, porta il soggetto ad avere poca o nessuna stima di sé, ad annullarsi, e solitamente questo problema accompagna una persona per tutta la vita anche se studi recenti hanno osservato che può essere mitigato e alleviato se diagnosticato per tempo. L’avere un amico depresso e “contagioso” non deve però portare al suo isolamento, anzi, al contrario. Queste persone vanno “affrontate” con saggezza, tollerando i loro sfoghi di tristezza ma coinvolgendoli in azioni più vivaci e propositive per strapparli a quel pozzo negativo. Insomma, occorre che siano gli altri, gli ottimisti, a contagiare loro… non viceversa.

admin

x

Guarda anche

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile: servono cure mirate

Ogni tre minuti nel mondo un bambino muore di cancro. In occasione della XVI Giornata ...

Condividi con un amico