Home » Benessere » La lotta contro la Meningite: ieri una giornata per ricordarla

La lotta contro la Meningite: ieri una giornata per ricordarla

Si è svolta ieri, 24 aprile, in tutto il pianeta la Giornata Mondiale contro la Meningite per continuare a tener viva l’attenzione su questa malattia ancora poco conosciuta, spesso letale e che colpisce alla cieca chiunque, senza limiti di sesso, età o razza. Il Comitato Nazionale contro la Meningite che ha lanciato la campagna di informazione “P.U.O.I. fare la differenza!”, con un numero verde ( 800 58 73 79 ), ha partecipato attivamente all’evento e si dichiara comunque disponibile in ogni momento per informare e aiutare a prevenire fin dove è possibile.

La diagnosi della Meningite, in modo particolare del tipo B, è difficile e non sempre precisa, a causa dei troppi sintomi facilmente confondibili. La meningite B può uccidere in 24 ore e in chi sopravvive lascia una eredità di disabilità permanenti: danni cerebrali, perdita dell’udito, amputazione degli arti e così via. Spesso si manifesta nell’età infantile o nella prima adolescenza, ma esiste anche quella che si trasmette di persona in persona e può colpire a qualsiasi età. Intervenire riconoscendola in tempo è importantissimo, ecco perchè anche i medici devono essere sempre ben informati a riguardo.
In Italia si sta attendendo che l’Agenzia del Farmaco approvi la commercializzazione di un vaccino che sarebbe in grado di fermare la Meningite di tipo B e che è già diffuso nel resto del mondo e in Europa.

admin

x

Guarda anche

Psicologia: ecco come “insegnare” le emozioni ai bimbi

  Brutto da dire, ma di questi tempi le emozioni “vanno insegnate”. Un tempo bastava ...

Condividi con un amico